an online Instagram web viewer
  • fpuggelli
    Francesco Puggelli
    @fpuggelli

Images by fpuggelli

Viva la Filarmonica Giuseppe Verdi! 🎼🎺🥁 Oggi, con qualche giorno di anticipo rispetto al calendario, si celebra Santa Cecilia e con essa la festa della nostra Banda.

Bravi e grazie a tutti i “bandisti” che sono sempre presenti in ogni celebrazione civile, militare e religiosa della nostra città. 👏🏻
Viva la Filarmonica Giuseppe Verdi! 🎼🎺🥁 Oggi, con qualche giorno di anticipo rispetto al calendario, si celebra Santa Cecilia e con essa la festa della nostra Banda. Bravi e grazie a tutti i “bandisti” che sono sempre presenti in ogni celebrazione civile, militare e religiosa della nostra città. 👏🏻
VIS UNITA FORTIOR è quel che si legge su uno dei due archi storici del #pontedelManetti, a #poggioacaiano. 
In latino significa che L'UNIONE FA LA FORZA. Questa frase così potente ed evocativa ha accompagnato dal 2011 (anno in cui venne indetto l’apposito concorso di idee) il lavoro svolto dalla Regione Toscana, dai comuni di Poggio a Caiano, di Prato e dalla Provincia, per riportare il ponte a una nuova vita.

Sono serviti diversi anni e tanto impegno ma oggi, insieme al sindaco di Prato Matteo Biffoni, ho avuto il piacere di tirare le somme e di annunciare che entro poche settimane l'arcata centrale del ponte Leopoldo II – conosciuto ormai come Ponte del Manetti – sarà finalmente posata. Diventerà un collegamento ciclopedonale tra la Villa medicea e le Cascine di Tavola, un patrimonio che sarà rimesso a disposizione di tutti in nome di un disegno davvero straordinario sotto il profilo architettonico, culturale, turistico e paesaggistico. 
Per l’inaugurazione dovremo aspettare la prossima primavera poiché, una volta che a dicembre il ponte sarà completato, servirà ancora un po’ di tempo per realizzare le opere accessorie circostanti: il nuovo tratto di pista ciclabile, la aree verdi e l’illuminazione. Dopodiché Poggio a Caiano potrà inserirsi nel piano di sviluppo di mobilità dolce del Parco della Piana. 
Il nuovo Ponte del Manetti è un pezzetto del nostro patrimonio storico e artistico finalmente restituito alla comunità, e sarà una vera attrazione turistica che darà ancor più risalto alla nostra Villa, patrimonio di Poggio e dell’Umanità!
VIS UNITA FORTIOR è quel che si legge su uno dei due archi storici del #pontedelManetti , a #poggioacaiano . In latino significa che L'UNIONE FA LA FORZA. Questa frase così potente ed evocativa ha accompagnato dal 2011 (anno in cui venne indetto l’apposito concorso di idee) il lavoro svolto dalla Regione Toscana, dai comuni di Poggio a Caiano, di Prato e dalla Provincia, per riportare il ponte a una nuova vita. Sono serviti diversi anni e tanto impegno ma oggi, insieme al sindaco di Prato Matteo Biffoni, ho avuto il piacere di tirare le somme e di annunciare che entro poche settimane l'arcata centrale del ponte Leopoldo II – conosciuto ormai come Ponte del Manetti – sarà finalmente posata. Diventerà un collegamento ciclopedonale tra la Villa medicea e le Cascine di Tavola, un patrimonio che sarà rimesso a disposizione di tutti in nome di un disegno davvero straordinario sotto il profilo architettonico, culturale, turistico e paesaggistico. Per l’inaugurazione dovremo aspettare la prossima primavera poiché, una volta che a dicembre il ponte sarà completato, servirà ancora un po’ di tempo per realizzare le opere accessorie circostanti: il nuovo tratto di pista ciclabile, la aree verdi e l’illuminazione. Dopodiché Poggio a Caiano potrà inserirsi nel piano di sviluppo di mobilità dolce del Parco della Piana. Il nuovo Ponte del Manetti è un pezzetto del nostro patrimonio storico e artistico finalmente restituito alla comunità, e sarà una vera attrazione turistica che darà ancor più risalto alla nostra Villa, patrimonio di Poggio e dell’Umanità!
👉 Doppio appuntamento mercoledì per parlare con i miei concittadini di SICUREZZA STRADALE: il primo, un caffè dopo pranzo al bar Giulia insieme ai residenti di via Carmignanese, il secondo nel tardo pomeriggio con gli abitanti di via Lombarda. 
Le auto che sfrecciano a tutta velocità creano, in alcuni punti della nostra città, delle situazioni potenzialmente pericolose e diversi poggesi chiedono, ormai da anni, delle risposte che consentano di camminare senza paura ai margini della strada, specialmente in prossimità delle abitazioni. Non posso promettere soluzioni immediate (anzi, diffidate da chi lo fa), ma ci tengo a ribadire quanto detto nei due faccia a faccia con i miei concittadini: ➡️ Come Comune ci siamo impegnati ad avviare un dialogo con l’ente provinciale per poter avere, entro la prima metà dell’anno prossimo, un progetto serio e complessivo che ci consenta nel giro di pochi anni di mettere definitivamente in sicurezza via Carmignanese. ➡️ Nel frattempo non resteremo con le mani in mano neppure in via Lombarda: chiederemo  infatti l’adozione di piccole ma efficaci soluzioni che facciano rallentare le auto di passaggio grazie a una segnaletica stradale più adeguata.

Il fatto è che quando si ha a che fare con le leggi del nostro Paese e con le competenze dei diversi livelli istituzionali, anche le cose apparentemente semplici diventano complesse (talvolta al limite del paradosso!). E questo spiega in parte perché sia in via Carmignanese che in via Lombarda vi sia un problema che perdura nonostante gli sforzi fatti da tutti nel corso di questi anni. 
Mi rendo conto quanto, a volte, sia complicato spiegare la differenza tra gli interventi che possiamo fare su una strada comunale anziché su una provinciale oppure spiegare cosa si possa fare o no ai sensi del codice della strada, quali le autorizzazioni necessarie, ecc… Per assurdo anche mettere un “dosso” su una strada è un’operazione più complessa – dal punto di vista burocratico - di quello che in molti immaginano. 
Ciò non toglie che sia compito di un’amministrazione individuare il modo concreto ed efficace per arrivare al risultato. E io ho intenzione di onorare questo impegno,#passodopopasso
👉 Doppio appuntamento mercoledì per parlare con i miei concittadini di SICUREZZA STRADALE: il primo, un caffè dopo pranzo al bar Giulia insieme ai residenti di via Carmignanese, il secondo nel tardo pomeriggio con gli abitanti di via Lombarda. Le auto che sfrecciano a tutta velocità creano, in alcuni punti della nostra città, delle situazioni potenzialmente pericolose e diversi poggesi chiedono, ormai da anni, delle risposte che consentano di camminare senza paura ai margini della strada, specialmente in prossimità delle abitazioni. Non posso promettere soluzioni immediate (anzi, diffidate da chi lo fa), ma ci tengo a ribadire quanto detto nei due faccia a faccia con i miei concittadini: ➡️ Come Comune ci siamo impegnati ad avviare un dialogo con l’ente provinciale per poter avere, entro la prima metà dell’anno prossimo, un progetto serio e complessivo che ci consenta nel giro di pochi anni di mettere definitivamente in sicurezza via Carmignanese. ➡️ Nel frattempo non resteremo con le mani in mano neppure in via Lombarda: chiederemo infatti l’adozione di piccole ma efficaci soluzioni che facciano rallentare le auto di passaggio grazie a una segnaletica stradale più adeguata. Il fatto è che quando si ha a che fare con le leggi del nostro Paese e con le competenze dei diversi livelli istituzionali, anche le cose apparentemente semplici diventano complesse (talvolta al limite del paradosso!). E questo spiega in parte perché sia in via Carmignanese che in via Lombarda vi sia un problema che perdura nonostante gli sforzi fatti da tutti nel corso di questi anni. Mi rendo conto quanto, a volte, sia complicato spiegare la differenza tra gli interventi che possiamo fare su una strada comunale anziché su una provinciale oppure spiegare cosa si possa fare o no ai sensi del codice della strada, quali le autorizzazioni necessarie, ecc… Per assurdo anche mettere un “dosso” su una strada è un’operazione più complessa – dal punto di vista burocratico - di quello che in molti immaginano. Ciò non toglie che sia compito di un’amministrazione individuare il modo concreto ed efficace per arrivare al risultato. E io ho intenzione di onorare questo impegno,#passodopopasso 
#PontedelManetti - Abbiamo “in ponte” una novità importante ma dovrete avere pazienza: ve la sveleremo venerdì! 😉

Buona domenica a tutti! 
#buonadomenica #poggioacaiano
È sbagliato scavare le trincee quando si parla di cose come la cura della legalità e la protezione del territorio. Si possono avere idee diverse ma sui temi che riguardano il bene di TUTTI non possono esserci distinzioni di colore politico. L’ho ribadito a Prato Diretta Sera su Toscana TV e lo continuo a sostenere con convinzione attraverso la lettera che a nome di tutti i poggesi invierò al Ministro degli Interni. Le #3cosePerPoggio che chiediamo al Ministro, sulla piattaforma Change.org, hanno già raccolto 200 sottoscrizioni e in molti sono venuti a firmare direttamente in Comune. Per sostenere la nostra iniziativa vi invito a cliccare qui ➡ bit.ly/3coseXPOGGIO

Abbiamo organizzato anche due raccolte firme “dal vivo” la prossima settimana: giovedì 15 novembre al mercato settimanale di Poggio a Caiano e sabato 17 in piazza XX Settembre. Vi faccio poi un invito speciale per la serata di martedì 20 novembre perché... torna #PoggioLab! 
Ospite, il sindaco di Castelfiorentino Alessio Falorni. Per chi non lo sapesse, Alessio ha lanciato qualche settimana fa un’iniziativa molto simile alla nostra, raccogliendo la voce dei suoi concittadini per chiedere a Roma maggiore attenzione e maggiori risorse. Mi raccomando... Conto su tutti voi per far sentire la nostra voce!
È sbagliato scavare le trincee quando si parla di cose come la cura della legalità e la protezione del territorio. Si possono avere idee diverse ma sui temi che riguardano il bene di TUTTI non possono esserci distinzioni di colore politico. L’ho ribadito a Prato Diretta Sera su Toscana TV e lo continuo a sostenere con convinzione attraverso la lettera che a nome di tutti i poggesi invierò al Ministro degli Interni. Le #3cosePerPoggio  che chiediamo al Ministro, sulla piattaforma Change.org, hanno già raccolto 200 sottoscrizioni e in molti sono venuti a firmare direttamente in Comune. Per sostenere la nostra iniziativa vi invito a cliccare qui ➡ bit.ly/3coseXPOGGIO Abbiamo organizzato anche due raccolte firme “dal vivo” la prossima settimana: giovedì 15 novembre al mercato settimanale di Poggio a Caiano e sabato 17 in piazza XX Settembre. Vi faccio poi un invito speciale per la serata di martedì 20 novembre perché... torna #PoggioLab ! Ospite, il sindaco di Castelfiorentino Alessio Falorni. Per chi non lo sapesse, Alessio ha lanciato qualche settimana fa un’iniziativa molto simile alla nostra, raccogliendo la voce dei suoi concittadini per chiedere a Roma maggiore attenzione e maggiori risorse. Mi raccomando... Conto su tutti voi per far sentire la nostra voce!
🏀 GIOVANI E SPORT ▶️ Yohannes e Luca non hanno nemmeno 40 anni in due, eppure si sono già dimostrati due cittadini maturi e partecipi. Qualche mese fa hanno avuto un’idea: un playground, in pratica un campo da basket all’aperto, per far sì che decine di ragazzi come loro possano fare sport all’aria aperta, divertendosi in modo sano e spendendo zero.

Anziché tenere il loro sogno in un cassetto, hanno deciso di contattarmi a pochissimi giorni dall’insediamento come sindaco per raccontare, a me e all’assessore allo Sport Fabiola Ganucci, del loro progetto. Ed oggi, finalmente, rieccoci qua: abbiamo potuto dir loro che come Comune abbiamo già previsto una spesa di 10mila euro per il 2019! 😊

Il progetto è ora nei nostri uffici per tutte le definizioni del caso: dalla scelta dell’area adatta alla stesura di un piccolo ma efficace progetto che permetta di veder nascere, entro l’estate prossima, una nuova piccola ma straordinaria realtà!

Grazie ancora quindi a Yohannes e a Luca: la condivisione delle idee è davvero alla base di una comunità in crescita 💡

#piccolecoseconcrete #siamopoggio
🏀 GIOVANI E SPORT ▶️ Yohannes e Luca non hanno nemmeno 40 anni in due, eppure si sono già dimostrati due cittadini maturi e partecipi. Qualche mese fa hanno avuto un’idea: un playground, in pratica un campo da basket all’aperto, per far sì che decine di ragazzi come loro possano fare sport all’aria aperta, divertendosi in modo sano e spendendo zero. Anziché tenere il loro sogno in un cassetto, hanno deciso di contattarmi a pochissimi giorni dall’insediamento come sindaco per raccontare, a me e all’assessore allo Sport Fabiola Ganucci, del loro progetto. Ed oggi, finalmente, rieccoci qua: abbiamo potuto dir loro che come Comune abbiamo già previsto una spesa di 10mila euro per il 2019! 😊 Il progetto è ora nei nostri uffici per tutte le definizioni del caso: dalla scelta dell’area adatta alla stesura di un piccolo ma efficace progetto che permetta di veder nascere, entro l’estate prossima, una nuova piccola ma straordinaria realtà! Grazie ancora quindi a Yohannes e a Luca: la condivisione delle idee è davvero alla base di una comunità in crescita 💡 #piccolecoseconcrete  #siamopoggio 
Cari poggesi, 
ho deciso di scrivere al #MinistroSalvini per chiedere al Governo un impegno concreto sul fronte della prevenzione dei reati e della legalità sul territorio.

Ho scritto a Salvini perché in qualità di Ministro dell'Interno è il responsabile della tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica del nostro Paese anche tramite il coordinamento delle Forze dell'Ordine quindi l'unico in grado di prendere decisioni che facciano davvero la differenza in fatto di sicurezza sul territorio. 
Sulla piattaforma Change.org a questo link ▶️ bit.ly/3coseXPOGGIO
potete leggere il testo per esteso della lettera con le #3coseXPOGGIO che chiediamo al Ministro. Perché la nostra voce arrivi a Roma, dobbiamo essere in tanti. 
Quindi vi chiedo di sottoscrivere la petizione e di condividerla!! 💪🏻
..la sicurezza non è né di destra, né di sinistra: è un principio universale! 
Insieme possiamo fare la differenza!!
.
Nelle prossime settimane potrete firmare la petizione anche di persona!
.
.
#legalità #poggioacaiano #governo #sicurezza #cittadinanza #cittadinanzattiva #firmaanchetu #firmalapetizione
Cari poggesi, ho deciso di scrivere al #MinistroSalvini  per chiedere al Governo un impegno concreto sul fronte della prevenzione dei reati e della legalità sul territorio. Ho scritto a Salvini perché in qualità di Ministro dell'Interno è il responsabile della tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica del nostro Paese anche tramite il coordinamento delle Forze dell'Ordine quindi l'unico in grado di prendere decisioni che facciano davvero la differenza in fatto di sicurezza sul territorio. Sulla piattaforma Change.org a questo link ▶️ bit.ly/3coseXPOGGIO potete leggere il testo per esteso della lettera con le #3coseXPOGGIO  che chiediamo al Ministro. Perché la nostra voce arrivi a Roma, dobbiamo essere in tanti. Quindi vi chiedo di sottoscrivere la petizione e di condividerla!! 💪🏻 ..la sicurezza non è né di destra, né di sinistra: è un principio universale! Insieme possiamo fare la differenza!! . Nelle prossime settimane potrete firmare la petizione anche di persona! . . #legalità  #poggioacaiano  #governo  #sicurezza  #cittadinanza  #cittadinanzattiva  #firmaanchetu  #firmalapetizione 
Oggi, come vuole la tradizione, siamo stati al cimitero di Poggio per deporre una corona di fiori sulle lapidi dei sindaci che ci hanno lasciato: Giacomo Caiani, Piero Cambi e Vanni Parretti. Ognuno di loro ha contributo a fare la storia di Poggio e a renderla la bella città che è oggi. Mi è tornata in mente una frase che mi accompagna da quando ho iniziato il percorso che mi ha portato ad essere sindaco: “Se ho visto più lontano, ho potuto farlo stando in piedi sulle spalle di giganti”.
È la mia prima volta e l’emozione è tanta: ogni giorno ci dobbiamo impegnare per onorare il ricordo di questi uomini che hanno fatto grande la nostra comunità. Chi ha servito la propria città, continuerà ad amarla per sempre. Per questo sono sicuro che da lassù ci proteggono e guidano i nostri passi.
Oggi, come vuole la tradizione, siamo stati al cimitero di Poggio per deporre una corona di fiori sulle lapidi dei sindaci che ci hanno lasciato: Giacomo Caiani, Piero Cambi e Vanni Parretti. Ognuno di loro ha contributo a fare la storia di Poggio e a renderla la bella città che è oggi. Mi è tornata in mente una frase che mi accompagna da quando ho iniziato il percorso che mi ha portato ad essere sindaco: “Se ho visto più lontano, ho potuto farlo stando in piedi sulle spalle di giganti”. È la mia prima volta e l’emozione è tanta: ogni giorno ci dobbiamo impegnare per onorare il ricordo di questi uomini che hanno fatto grande la nostra comunità. Chi ha servito la propria città, continuerà ad amarla per sempre. Per questo sono sicuro che da lassù ci proteggono e guidano i nostri passi.
✅ UN PROVVEDIMENTO DA TANTO ATTESO: IL PRIMO PASSO VERSO L'ELIMINAZIONE DEL TRAFFICO PESANTE DAL CENTRO DI POGGIO

Ebbene sì, cari poggesi, il 5 novembre scatterà il divieto di transito dal Ponte al Mulino per i mezzi pesanti. In sintesi camion e tir provenienti da Prato dovranno necessariamente ”bypassare” il centro storico utilizzando la bretella di Sant’Angelo. Altrettanto faranno quelli in arrivo da Firenze in direzione Prato che, non potendo transitare dal Ponte al Mulino, non percorreranno più Via Vittorio Emanuele, P.zza XX Settembre e Via Pratese ma devieranno sulla bretella prima di entrare a Poggio. La nostra richiesta nasceva da due esigenze: ➡ ALLEGGERIRE IL TRANSITO SUL PONTE AL MULINO
Tutti i rilievi fatti con i Vigili del Fuoco e con i tecnici della Provincia di Prato ci hanno rassicurato sul fatto che il ponte è sicuro e in buone condizioni. Il dovere di un’amministrazione responsabile è quello di ragionare sempre in prospettiva: permettere il continuo via vai di mezzi pesanti avrebbe potuto, con il tempo, portare dei disagi. Siamo per la prevenzione e per l’attenzione massima alle infrastrutture: su questo non si scherza, si previene. ➡ ALLEGGERIRE IL TRAFFICO E L’INQUINAMENTO NEL CENTRO DI POGGIO
Poggio subisce due tipi di traffico: quello "interno" e quello di "passaggio" (Firenze-Prato-Pistoia e viceversa). Soprattutto sul secondo si interviene creando dei percorsi alternativi rispetto al centro e, possibilmente, rendendoli obbligatori. Il nostro sogno sarebbe poter vietare del tutto il transito ai mezzi pesanti dal centro intervenendo non solo sul Ponte al Mulino ma anche sul ponte all’Asse. Intanto abbiamo fatto questo piccolo ma importante passo. Ora, per il futuro della viabilità poggese e non solo, ci concentriamo sul passo successivo: il Ponte alla Nave. Un progetto molto ambizioso ma fondamentale per Poggio. Ci vorrà tempo e sarà importante il gioco di squadra con i comuni di Carmignano, Signa, Campi Bisenzio e con Provincia di Prato, Città Metropolitana di Firenze e Regione: la volontà c’è e il dialogo è già aperto. Se non si parte mai, mai si arriva... Questo è il nostro spirito! 😉
✅ UN PROVVEDIMENTO DA TANTO ATTESO: IL PRIMO PASSO VERSO L'ELIMINAZIONE DEL TRAFFICO PESANTE DAL CENTRO DI POGGIO Ebbene sì, cari poggesi, il 5 novembre scatterà il divieto di transito dal Ponte al Mulino per i mezzi pesanti. In sintesi camion e tir provenienti da Prato dovranno necessariamente ”bypassare” il centro storico utilizzando la bretella di Sant’Angelo. Altrettanto faranno quelli in arrivo da Firenze in direzione Prato che, non potendo transitare dal Ponte al Mulino, non percorreranno più Via Vittorio Emanuele, P.zza XX Settembre e Via Pratese ma devieranno sulla bretella prima di entrare a Poggio. La nostra richiesta nasceva da due esigenze: ➡ ALLEGGERIRE IL TRANSITO SUL PONTE AL MULINO Tutti i rilievi fatti con i Vigili del Fuoco e con i tecnici della Provincia di Prato ci hanno rassicurato sul fatto che il ponte è sicuro e in buone condizioni. Il dovere di un’amministrazione responsabile è quello di ragionare sempre in prospettiva: permettere il continuo via vai di mezzi pesanti avrebbe potuto, con il tempo, portare dei disagi. Siamo per la prevenzione e per l’attenzione massima alle infrastrutture: su questo non si scherza, si previene. ➡ ALLEGGERIRE IL TRAFFICO E L’INQUINAMENTO NEL CENTRO DI POGGIO Poggio subisce due tipi di traffico: quello "interno" e quello di "passaggio" (Firenze-Prato-Pistoia e viceversa). Soprattutto sul secondo si interviene creando dei percorsi alternativi rispetto al centro e, possibilmente, rendendoli obbligatori. Il nostro sogno sarebbe poter vietare del tutto il transito ai mezzi pesanti dal centro intervenendo non solo sul Ponte al Mulino ma anche sul ponte all’Asse. Intanto abbiamo fatto questo piccolo ma importante passo. Ora, per il futuro della viabilità poggese e non solo, ci concentriamo sul passo successivo: il Ponte alla Nave. Un progetto molto ambizioso ma fondamentale per Poggio. Ci vorrà tempo e sarà importante il gioco di squadra con i comuni di Carmignano, Signa, Campi Bisenzio e con Provincia di Prato, Città Metropolitana di Firenze e Regione: la volontà c’è e il dialogo è già aperto. Se non si parte mai, mai si arriva... Questo è il nostro spirito! 😉
Oggi voglio chiedervi una cosa: COS'È PER VOI LA DIVERSITÀ? 
Volete sapere cos'è per me? Per me la diversità è RICCHEZZA, è LIBERTÀ, è RISPETTO. 
Pensate a quanta ricchezza ci regala il variegato mondo della natura, pensate alla vita che nasce da un uomo e da una donna, pensate al patrimonio culturale di cui disponiamo così diverso e vario. 
Per me la diversità è libertà di essere ciascuno diverso nel rispetto reciproco! 
Ecco, tutto questo perché oggi si celebra la
#GiornatadelleNazioniUnite per commemorare la ratificazione della Carta dell’Onu dalla maggioranza dei Paesi firmatari nel 1945. 
Il tema scelto quest’anno è proprio la diversità e il suo potenziale: diversità culturale, biologica e sociale. 
Un tema importante che si lega anche agli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile ✅
Sulla terrazza del Comune abbiamo issato la bandiera dell’Onu per celebrare anche noi questa ricorrenza e con essa l’impegno fondamentale dei 193 Stati membri delle Nazioni Unite nel sostenere la pace tra i popoli, nel contrastare la fame e le ingiustizie e nel difendere il DIRITTO ALLA DIVERSITÀ! 
Le sfide globali si vincono insieme! 🌍💪🏻 #giornatanazioniunite 
#diversità 
#libertà 
#pacetraipopoli 
#onu 
#nazioniunite 
#poggioacaiano 
#comunepoggioacaiano
Oggi voglio chiedervi una cosa: COS'È PER VOI LA DIVERSITÀ? Volete sapere cos'è per me? Per me la diversità è RICCHEZZA, è LIBERTÀ, è RISPETTO. Pensate a quanta ricchezza ci regala il variegato mondo della natura, pensate alla vita che nasce da un uomo e da una donna, pensate al patrimonio culturale di cui disponiamo così diverso e vario. Per me la diversità è libertà di essere ciascuno diverso nel rispetto reciproco! Ecco, tutto questo perché oggi si celebra la #GiornatadelleNazioniUnite  per commemorare la ratificazione della Carta dell’Onu dalla maggioranza dei Paesi firmatari nel 1945. Il tema scelto quest’anno è proprio la diversità e il suo potenziale: diversità culturale, biologica e sociale. Un tema importante che si lega anche agli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile ✅ Sulla terrazza del Comune abbiamo issato la bandiera dell’Onu per celebrare anche noi questa ricorrenza e con essa l’impegno fondamentale dei 193 Stati membri delle Nazioni Unite nel sostenere la pace tra i popoli, nel contrastare la fame e le ingiustizie e nel difendere il DIRITTO ALLA DIVERSITÀ! Le sfide globali si vincono insieme! 🌍💪🏻 #giornatanazioniunite  #diversità  #libertà  #pacetraipopoli  #onu  #nazioniunite  #poggioacaiano  #comunepoggioacaiano 
Se siete passati da via Cancellieri questa mattina, è possibile abbiate visto i dipendenti comunali e alcuni cittadini “uscire di corsa” dal Comune. Voglio tranquillizzarvi: si trattava di una delle esercitazioni che vengono organizzate periodicamente per l’evacuazione degli edifici pubblici in caso di emergenza 🚨 
Non tutte le emergenze possono essere prevenute, pertanto è fondamentale che, oltre ad intervenire per ridurre i rischi, tra tutti noi si diffondano i comportamenti più giusti da adottare in caso di pericolo. Per questo, questa mattina, dopo l’allarme, sia membri del personale che i presenti in Municipio sono stati guidati verso l’uscita attraverso gli appositi percorsi per poi ritrovarsi in piazza Santissimo Rosario che è il punto di ritrovo stabilito dal piano di evacuazione.

Fare le simulazioni, diffondere la "cultura della prevenzione", serve a tutti noi cittadini per essere informati sulle procedure da seguire in caso di emergenza e, nel caso, per essere in grado di reagire prontamente aiutando noi stessi e coloro che sono più in difficoltà in caso di pericolo o di allarme reale.

Posso dirvi, ad ogni modo, che l’esercitazione è andata bene: le vie di fuga dell’edificio e le procedure di evacuazione hanno funzionato e tutti quanti siamo riusciti a metterci in “salvo”. 😉

#prevenzione
#sicurezza
#allarme 
#poggioacaiano 
@comunepoggioacaiano
Se siete passati da via Cancellieri questa mattina, è possibile abbiate visto i dipendenti comunali e alcuni cittadini “uscire di corsa” dal Comune. Voglio tranquillizzarvi: si trattava di una delle esercitazioni che vengono organizzate periodicamente per l’evacuazione degli edifici pubblici in caso di emergenza 🚨 Non tutte le emergenze possono essere prevenute, pertanto è fondamentale che, oltre ad intervenire per ridurre i rischi, tra tutti noi si diffondano i comportamenti più giusti da adottare in caso di pericolo. Per questo, questa mattina, dopo l’allarme, sia membri del personale che i presenti in Municipio sono stati guidati verso l’uscita attraverso gli appositi percorsi per poi ritrovarsi in piazza Santissimo Rosario che è il punto di ritrovo stabilito dal piano di evacuazione. Fare le simulazioni, diffondere la "cultura della prevenzione", serve a tutti noi cittadini per essere informati sulle procedure da seguire in caso di emergenza e, nel caso, per essere in grado di reagire prontamente aiutando noi stessi e coloro che sono più in difficoltà in caso di pericolo o di allarme reale. Posso dirvi, ad ogni modo, che l’esercitazione è andata bene: le vie di fuga dell’edificio e le procedure di evacuazione hanno funzionato e tutti quanti siamo riusciti a metterci in “salvo”. 😉 #prevenzione  #sicurezza  #allarme  #poggioacaiano  @comunepoggioacaiano
ALLACCIAMENTO ALLA RETE GAS IN VIA PETRAIA ▶ Il cantiere che vedete in foto è stato aperto oggi e permetterà ai poggesi che risiedono in via Petraia di collegarsi direttamente alla rete pubblica del gas. L’intervento era in programma da tempo: grazie all’impegno di Comune e Centria (società di distribuzione del gruppo Estra) si risponde all’esigenza di chi fino ad oggi non poteva contare sull’allacciamento. 
L’intervento permetterà infatti di raggiungere tutti con un servizio fondamentale per la vita di tutti i giorni, per questo ci tenevamo particolarmente: è giusto che anche le zone decentrate abbiano il gas a casa esattamente come quelle più abitate. Entro fine mese i lavori termineranno e proprio stamani la ditta che esegue l’intervento ci ha rassicurati sul fatto che, per facilitare i residenti, sarà possibile transitare da via Petraia negli orari in cui il cantiere è chiuso, indicativamente dalle 17 alle 8 del mattino. 
Insomma, cari poggesi, anche questo è un piccolo segnale che va nella direzione giusta: quella della massima attenzione anche alle zone più periferiche del nostro territorio 👍
ALLACCIAMENTO ALLA RETE GAS IN VIA PETRAIA ▶ Il cantiere che vedete in foto è stato aperto oggi e permetterà ai poggesi che risiedono in via Petraia di collegarsi direttamente alla rete pubblica del gas. L’intervento era in programma da tempo: grazie all’impegno di Comune e Centria (società di distribuzione del gruppo Estra) si risponde all’esigenza di chi fino ad oggi non poteva contare sull’allacciamento. L’intervento permetterà infatti di raggiungere tutti con un servizio fondamentale per la vita di tutti i giorni, per questo ci tenevamo particolarmente: è giusto che anche le zone decentrate abbiano il gas a casa esattamente come quelle più abitate. Entro fine mese i lavori termineranno e proprio stamani la ditta che esegue l’intervento ci ha rassicurati sul fatto che, per facilitare i residenti, sarà possibile transitare da via Petraia negli orari in cui il cantiere è chiuso, indicativamente dalle 17 alle 8 del mattino. Insomma, cari poggesi, anche questo è un piccolo segnale che va nella direzione giusta: quella della massima attenzione anche alle zone più periferiche del nostro territorio 👍
È difficile lasciarmi senza parole....ma stasera ci siete riusciti!

Grazie a mia moglie e a tutti i miei amici per...la più bella festa di compleanno a sorpresa che mai sarei riuscito ad immaginare!
È difficile lasciarmi senza parole....ma stasera ci siete riusciti! Grazie a mia moglie e a tutti i miei amici per...la più bella festa di compleanno a sorpresa che mai sarei riuscito ad immaginare!
Amsterdam, qualche tempo fa. Centinaia di biciclette riempiono le strade e le piazze di una della città europee più verdi e vivibili d’Europa. Li ogni persona ha una bici e la usa (un po’ come facciamo noi...con la macchina 😢).
Un po’ invidio quella città...e quella classe politica.
https://video.corriere.it/patrizia-ovattoni-la-zanzara/a809094c-d1f6-11e8-8c19-5eedde3c97b0
Sapete una cosa? Iniziate a gonfiare le ruote...tra poco ci facciamo un bel giro sul Ponte del Manetti! 😍
Amsterdam, qualche tempo fa. Centinaia di biciclette riempiono le strade e le piazze di una della città europee più verdi e vivibili d’Europa. Li ogni persona ha una bici e la usa (un po’ come facciamo noi...con la macchina 😢). Un po’ invidio quella città...e quella classe politica. https://video.corriere.it/patrizia-ovattoni-la-zanzara/a809094c-d1f6-11e8-8c19-5eedde3c97b0 Sapete una cosa? Iniziate a gonfiare le ruote...tra poco ci facciamo un bel giro sul Ponte del Manetti! 😍
Avete presente quando dico che è importante che le varie segnalazioni (guasti, problemi con il porta a porta, ecc) siano rivolte direttamente agli uffici competenti  piuttosto che finire – e spesso restare - su Facebook e sui vari gruppi social? Ecco, se i residenti di via Soffici non avessero messo al corrente il Comune del loro problema con la pressione idrica, oggi forse non sarebbero iniziati i lavori che andranno proprio a risolvere la loro situazione.

Vi spiego meglio i passaggi: alcuni residenti lamentavano cali anomali della pressione dell'acqua nelle loro case. Messa al corrente Publiacqua (che ha fatto le proprie verifiche) non è stata trovata nessuna perdita in superficie che potesse spiegare l'abbassamento idrico. Come Comune però abbiamo chiesto alla società di fare un'analisi più approfondita sulle tubature 💦 
Risultato? Da qualche giorno è aperto un cantiere all'altezza dell'incrocio tra Via Leone X e via Poliziano perché effettivamente un problema c'era ed è stato individuato. Ecco, credo che questa operazione di collaborazione tra cittadini e amministrazione renda bene l'idea di cosa intendo quando dico che il Comune è sempre al servizio della collettività. In questo caso il Comune è stato un vero e proprio alleato dei residenti, in un caso come questo, in cui la materia non era di competenza comunale. Non potevamo intervenire direttamente ma i nostri uffici sanno sempre indirizzarvi verso le società di riferimento e consigliarvi nel modo migliore. 
Quando i cittadini utilizzano i canali istituzionali per sollevare situazioni critiche, o per inviare delle segnalazioni, per noi è più semplice farci carico del problema, intervenire per quelle che sono le nostre possibilità e magari – come in questo caso – contribuire a risolverle 😉
Avete presente quando dico che è importante che le varie segnalazioni (guasti, problemi con il porta a porta, ecc) siano rivolte direttamente agli uffici competenti piuttosto che finire – e spesso restare - su Facebook e sui vari gruppi social? Ecco, se i residenti di via Soffici non avessero messo al corrente il Comune del loro problema con la pressione idrica, oggi forse non sarebbero iniziati i lavori che andranno proprio a risolvere la loro situazione. Vi spiego meglio i passaggi: alcuni residenti lamentavano cali anomali della pressione dell'acqua nelle loro case. Messa al corrente Publiacqua (che ha fatto le proprie verifiche) non è stata trovata nessuna perdita in superficie che potesse spiegare l'abbassamento idrico. Come Comune però abbiamo chiesto alla società di fare un'analisi più approfondita sulle tubature 💦 Risultato? Da qualche giorno è aperto un cantiere all'altezza dell'incrocio tra Via Leone X e via Poliziano perché effettivamente un problema c'era ed è stato individuato. Ecco, credo che questa operazione di collaborazione tra cittadini e amministrazione renda bene l'idea di cosa intendo quando dico che il Comune è sempre al servizio della collettività. In questo caso il Comune è stato un vero e proprio alleato dei residenti, in un caso come questo, in cui la materia non era di competenza comunale. Non potevamo intervenire direttamente ma i nostri uffici sanno sempre indirizzarvi verso le società di riferimento e consigliarvi nel modo migliore. Quando i cittadini utilizzano i canali istituzionali per sollevare situazioni critiche, o per inviare delle segnalazioni, per noi è più semplice farci carico del problema, intervenire per quelle che sono le nostre possibilità e magari – come in questo caso – contribuire a risolverle 😉
Questo brindisi lo dedichiamo a voi! 
Grazie a tutti per gli auguri!!
😁🎉✌🏻
#tantiauguri 
#buoncompleanno
🐈▶️ Un’ospite particolare in Consiglio Comunale. 
Ieri sera, poco prima che il consiglio comunale approvasse la delibera per rinnovare la convenzione con il canile Il Rifugio e con il gattile La Bogaia, abbiamo notato che ad ascoltarci in mezzo al pubblico c’era proprio... uno dei diretti interessati 😊

Quella rinnovata ieri è una convenzione molto importante per i nostri amici a quattro zampe: messa in piedi e condivisa ormai da diversi anni con tutti i comuni della provincia di Prato, serve a contrastare il randagismo attraverso il monitoraggio e il censimento dei gatti nelle colonie sul territorio. Le associazioni coinvolte si prendono anche cura e si preoccupano del recupero dei cani abbandonati o maltrattati dando loro un riparo e una possibilità di adozione. Inoltre viene fornito un servizio di soccorso sanitario H24 importantissimo che fornisce soccorso agli animali incidentati, permettendo così di curarli e salvare la loro vita. 
P.s. Quella in foto è una “lei” ed è una dei mici censiti della colonia felina che si trova in Villa (lo sapevate?) Insomma... questo è il tipico episodio che finisce di diritto sotto la voce “cose che non possono non far sorridere” (e chi ha seguito lo streaming del consiglio se n'è accorto...)
🐈▶️ Un’ospite particolare in Consiglio Comunale. Ieri sera, poco prima che il consiglio comunale approvasse la delibera per rinnovare la convenzione con il canile Il Rifugio e con il gattile La Bogaia, abbiamo notato che ad ascoltarci in mezzo al pubblico c’era proprio... uno dei diretti interessati 😊 Quella rinnovata ieri è una convenzione molto importante per i nostri amici a quattro zampe: messa in piedi e condivisa ormai da diversi anni con tutti i comuni della provincia di Prato, serve a contrastare il randagismo attraverso il monitoraggio e il censimento dei gatti nelle colonie sul territorio. Le associazioni coinvolte si prendono anche cura e si preoccupano del recupero dei cani abbandonati o maltrattati dando loro un riparo e una possibilità di adozione. Inoltre viene fornito un servizio di soccorso sanitario H24 importantissimo che fornisce soccorso agli animali incidentati, permettendo così di curarli e salvare la loro vita. P.s. Quella in foto è una “lei” ed è una dei mici censiti della colonia felina che si trova in Villa (lo sapevate?) Insomma... questo è il tipico episodio che finisce di diritto sotto la voce “cose che non possono non far sorridere” (e chi ha seguito lo streaming del consiglio se n'è accorto...)