an online Instagram web viewer

#anoressiamentale medias

Photos

#ANORESSIA DI #VITA. Ideale anoressico, alcune sfaccettature

Si è portati a pensare che l’anoressia sia “solo” restrizione assoluta alimentare.

Così come si pensa che una persona ammalata di anoressia sia “solo” una persona di pochi #chilogrammi (e questo è un cliché banale che vale per tutti i tipi di #disturbialimentari da parte di chi non li conosce). A me sembra decisamente riduttivo!

E’ vero che molte persone arrivano ad essere anche fortemente sottopeso, ma quelle stesse persone quando hanno cominciato a variare la loro alimentazione, quando è scoppiato il #sintomo, pesavano diversamente e non erano forse comunque #anoressiche?

Il vocabolario descrive l’#anoressiamentale come sindrome nevrotica caratterizzata dal rifiuto sistematico del #cibo e questa è l’idea comune delle persone, ma assolutamente riduttiva e incompleta del dramma che si vive.

L’anoressia è una #formamentis.

Quando io soffrivo di anoressia ho vissuto brevi periodi di #digiuno. Ricordo le mie giornate profondamente ossessive. Ogni cosa aveva orari.

Il mio #ideale di #perfezione era assolutamente surreale. A scuola dovevo avere tutti 11: un 9 era un fallimento.
I cibi erano accuratamente selezionati. Gli affetti dovevano essere controllati. Ogni cosa doveva essere sotto il mio controllo e se non lo era vivevo frustrazioni dolorose. Non sentivo la stanchezza grazie all’iperattività e ai nervi anoressici che mi tenevano su in una forma di euforia onnipotente.

Se qualcuno mi diceva che qualcosa non andava io non gli davo retta, io sapevo cosa dovevo fare.

Io soffrivo di anoressia in tutto: in tutte le sfere della vita.
Avevo grandi problemi relazionali con le compagne di scuola.
Facevo tanto sport. Tantissima corsa. E mi nutrivo, ma a modo mio.
Ricordo un periodo durante il quale avevo grandi crisi di nervi ogni volta che qualcuno mi contraddiceva.  Una vera e propria anoressia di vita e di emozioni.

CONTINUA: http://www.chiarasole.com/anoressia-vita-ideale-anoressico/
#ANORESSIA  DI #VITA . Ideale anoressico, alcune sfaccettature Si è portati a pensare che l’anoressia sia “solo” restrizione assoluta alimentare. Così come si pensa che una persona ammalata di anoressia sia “solo” una persona di pochi #chilogrammi  (e questo è un cliché banale che vale per tutti i tipi di #disturbialimentari  da parte di chi non li conosce). A me sembra decisamente riduttivo! E’ vero che molte persone arrivano ad essere anche fortemente sottopeso, ma quelle stesse persone quando hanno cominciato a variare la loro alimentazione, quando è scoppiato il #sintomo , pesavano diversamente e non erano forse comunque #anoressiche ? Il vocabolario descrive l’#anoressiamentale  come sindrome nevrotica caratterizzata dal rifiuto sistematico del #cibo  e questa è l’idea comune delle persone, ma assolutamente riduttiva e incompleta del dramma che si vive. L’anoressia è una #formamentis . Quando io soffrivo di anoressia ho vissuto brevi periodi di #digiuno . Ricordo le mie giornate profondamente ossessive. Ogni cosa aveva orari. Il mio #ideale  di #perfezione  era assolutamente surreale. A scuola dovevo avere tutti 11: un 9 era un fallimento. I cibi erano accuratamente selezionati. Gli affetti dovevano essere controllati. Ogni cosa doveva essere sotto il mio controllo e se non lo era vivevo frustrazioni dolorose. Non sentivo la stanchezza grazie all’iperattività e ai nervi anoressici che mi tenevano su in una forma di euforia onnipotente. Se qualcuno mi diceva che qualcosa non andava io non gli davo retta, io sapevo cosa dovevo fare. Io soffrivo di anoressia in tutto: in tutte le sfere della vita. Avevo grandi problemi relazionali con le compagne di scuola. Facevo tanto sport. Tantissima corsa. E mi nutrivo, ma a modo mio. Ricordo un periodo durante il quale avevo grandi crisi di nervi ogni volta che qualcuno mi contraddiceva. Una vera e propria anoressia di vita e di emozioni. CONTINUA: http://www.chiarasole.com/anoressia-vita-ideale-anoressico/
Per chi volesse, consiglio questa lettura.... #anoressiaitalia#anoressiamentale#
Questa sono io. Una ragazza normale all'apparenza. Ma dentro ho un casino che solo Dio lo sa. Mi faccio schifo. Mi vedo grassa, anzi, SONO GRASSA. Stasera ho avuto una crisi fortissima: ho pianto, ho pianto così tanto che mi mancava il respiro. Preferivo morire. Preferisco morire piuttosto che vedere quello che sono ora, quello schifo di corpo che non mi rappresenta. 
#ana #anoressianervosa #anoressiamentale #uscirne #sipuo #sesivuole #nothealthy #notme #no #nohappy #alone
Questa sono io. Una ragazza normale all'apparenza. Ma dentro ho un casino che solo Dio lo sa. Mi faccio schifo. Mi vedo grassa, anzi, SONO GRASSA. Stasera ho avuto una crisi fortissima: ho pianto, ho pianto così tanto che mi mancava il respiro. Preferivo morire. Preferisco morire piuttosto che vedere quello che sono ora, quello schifo di corpo che non mi rappresenta. #ana  #anoressianervosa  #anoressiamentale  #uscirne  #sipuo  #sesivuole  #nothealthy  #notme  #no  #nohappy  #alone 
#disturbialimentari.
Da poco convivo con l' #anoressiamentale; una patologia simile all'#anoressianervosa, o forse il primo stadio di essa.  Quella in cui nonostante i digiuni e i brodino ipocalorici si è normopeso/sovrappeso.
È un modo di vivere assurdo, in cui si cerca in tutti i modi di sviare il contatto con le persone, di mentir loro, di inventare inutili menzogne per far credere di aver assunto  una quantità minima di calorie.
È difficile. Ma io sono qui e combatterò perché è qualcosa che va oltre una stupida dieta o il concetto di essere magre.
#disturbialimentari . Da poco convivo con l' #anoressiamentale ; una patologia simile all'#anoressianervosa , o forse il primo stadio di essa. Quella in cui nonostante i digiuni e i brodino ipocalorici si è normopeso/sovrappeso. È un modo di vivere assurdo, in cui si cerca in tutti i modi di sviare il contatto con le persone, di mentir loro, di inventare inutili menzogne per far credere di aver assunto una quantità minima di calorie. È difficile. Ma io sono qui e combatterò perché è qualcosa che va oltre una stupida dieta o il concetto di essere magre.