an online Instagram web viewer

#25aprile medias

Photos

Un bacio partigiano.. il nostro. Azione teatrale. #teatro #azione #liberazione #ferrara #25aprile #performance #acting #repost
#Repost @stormi_rivista (@get_repost)
・・・
"Ci sono cose che non si risolvono in una sera a cena" di Claudio Calia @nuvoleonline :

Storia originariamente edita su “Fumetti Partigiani”. L’antologia è stata realizzata nel 2009 e curata da Emiliano Rabuiti e dal Centro Fumetto "Andrea Pazienza". Una storia breve che parla dell’importanza di prendere parte, di non rimanere in disparte sperando di non essere mai presi in causa, l’importanza di non rimanere indifferenti davanti al sopruso.
Segnalata come "Eccellenza del mese di maggio" dal Premio Treccani Web.

http://www.stormi.info/ci-sono-cose-che-non-si-risolvono-in-una-sera-a-cena/

#STORMI#comics#fumetti#calia#claudiocalia#resistenza#partigiani#guerra#cena#antifa#antifascismo#art#25aprile#treccani#maledettifumetti
#Repost  @stormi_rivista (@get_repost) ・・・ "Ci sono cose che non si risolvono in una sera a cena" di Claudio Calia @nuvoleonline : Storia originariamente edita su “Fumetti Partigiani”. L’antologia è stata realizzata nel 2009 e curata da Emiliano Rabuiti e dal Centro Fumetto "Andrea Pazienza". Una storia breve che parla dell’importanza di prendere parte, di non rimanere in disparte sperando di non essere mai presi in causa, l’importanza di non rimanere indifferenti davanti al sopruso. Segnalata come "Eccellenza del mese di maggio" dal Premio Treccani Web. http://www.stormi.info/ci-sono-cose-che-non-si-risolvono-in-una-sera-a-cena/ #STORMI #comics #fumetti #calia #claudiocalia #resistenza #partigiani #guerra #cena #antifa #antifascismo #art #25aprile #treccani #maledettifumetti 
"Ci sono cose che non si risolvono in una sera a cena" di Claudio Calia @nuvoleonline :

Storia originariamente edita su “Fumetti Partigiani”. L’antologia è stata realizzata nel 2009 e curata da Emiliano Rabuiti e dal Centro Fumetto "Andrea Pazienza". Una storia breve che parla dell’importanza di prendere parte, di non rimanere in disparte sperando di non essere mai presi in causa, l’importanza di non rimanere indifferenti davanti al sopruso.
Segnalata come "Eccellenza del mese di maggio" dal Premio Treccani Web.

http://www.stormi.info/ci-sono-cose-che-non-si-risolvono-in-una-sera-a-cena/

#STORMI#comics#fumetti#calia#claudiocalia#resistenza#partigiani#guerra#cena#antifa#antifascismo#art#25aprile#treccani#maledettifumetti
"Ci sono cose che non si risolvono in una sera a cena" di Claudio Calia @nuvoleonline : Storia originariamente edita su “Fumetti Partigiani”. L’antologia è stata realizzata nel 2009 e curata da Emiliano Rabuiti e dal Centro Fumetto "Andrea Pazienza". Una storia breve che parla dell’importanza di prendere parte, di non rimanere in disparte sperando di non essere mai presi in causa, l’importanza di non rimanere indifferenti davanti al sopruso. Segnalata come "Eccellenza del mese di maggio" dal Premio Treccani Web. http://www.stormi.info/ci-sono-cose-che-non-si-risolvono-in-una-sera-a-cena/ #STORMI #comics #fumetti #calia #claudiocalia #resistenza #partigiani #guerra #cena #antifa #antifascismo #art #25aprile #treccani #maledettifumetti 
Lisbon p1. Una vita in vacanza (sempre apparentemente) 😎😁 Bacalhau ma anche altre robe fighe #lisbon #portugal #travel #europe #bacalhau #ponte #sanfrancisco #anzino #25aprile
Лиссабон - это где на каждом  перекрёстке барыга предлагает «кашиш, мариванна, кокейн» #lisbon #25aprile
Лиссабон - это где на каждом перекрёстке барыга предлагает «кашиш, мариванна, кокейн» #lisbon  #25aprile 
Museo dei cuchi...da un'antica usanza di queste stupende montagne....www.museodeicuchi.it
Da visitare assolutamente!!
#cesuna#museodeicuchi#settecomuni#7c#25aprile#usanze#fischietti#tradizioni
Like I’m back to San Francisco again 🌎 #travelling #trip #journey #instagood #instalike #25aprile #portugal #lisbon #lisboa #tripmydream
✔ Padula
✔ Opel

Quando è lui al volante va tutto ok - 25 aprile
•
•
•
#opel #friends #sunglasses #driving #wheel #igers #instalike #photos #pic #pics #picture #pictures #snapshot #art #beautiful #instagood #picoftheday #photooftheday #color #all_shots #exposure #composition #focus #capture #moment #webstagram #25aprile #2k18 #man #padula
Monte Sole, Sentiero Partigiani

Fotografia di Valeria Atavilla

Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale.
Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista.
A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. 
Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento.
Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli.
Per non dimenticare mai.

#cooperazioneinternazionale #solidarietà #pace #eccidio #marzabotto #montesole #resistenza #memoria #storia #italia #italy #25aprile #festadellaliberazione #fotografiaumanitaria #fotografiadocumentaria #photojournalism #photojournalist #documentary #documentaryphotography #storytelling #reportage #fotogiornalismo #people #colorphotography #shadows #light #grandmother
Monte Sole, Sentiero Partigiani Fotografia di Valeria Atavilla Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale. Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista. A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento. Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli. Per non dimenticare mai. #cooperazioneinternazionale  #solidarietà  #pace  #eccidio  #marzabotto  #montesole  #resistenza  #memoria  #storia  #italia  #italy  #25aprile  #festadellaliberazione  #fotografiaumanitaria  #fotografiadocumentaria  #photojournalism  #photojournalist  #documentary  #documentaryphotography  #storytelling  #reportage  #fotogiornalismo  #people  #colorphotography  #shadows  #light  #grandmother 
NON SIAMO A SAN FRANCISCO, MA CI ACCONTENTIAMO! #lisbona #lisboa #portogallo #portugal #ponte #25aprile #vista #cristorei
Verona 2017 💓
Amore non è Amore se muta quando scopre un mutamento
o tende a svanire quando l'altro s'allontana. Oh no! Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai;  Amore non muta in poche ore o settimane, ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio: se questo è errore e mi sarà provato, io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato. 
#verona#amore#casadigiulietta#arena#25aprile#love
Verona 2017 💓 Amore non è Amore se muta quando scopre un mutamento o tende a svanire quando l'altro s'allontana. Oh no! Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai; Amore non muta in poche ore o settimane, ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio: se questo è errore e mi sarà provato, io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato. #verona #amore #casadigiulietta #arena #25aprile #love 
Giornata partita un po’ a rilento, ma poi abbiamo recuperato. Torre di Belém e Monasteiro dos Jerónimos. Chilometri a piedi e chilometri di coda, come tutti i giorni 💪🏼 per finire (come tutte le sere) tappa obbligatoria per una Pasteis de Nata che porca miseriaccia quanto sono buone! ❤️ DAY 6: BELÉM 
#portugal #portogallo #25aprile #ponte @world_travelling2017 @travelstagram__ #lisbon #lisboa
Giornata partita un po’ a rilento, ma poi abbiamo recuperato. Torre di Belém e Monasteiro dos Jerónimos. Chilometri a piedi e chilometri di coda, come tutti i giorni 💪🏼 per finire (come tutte le sere) tappa obbligatoria per una Pasteis de Nata che porca miseriaccia quanto sono buone! ❤️ DAY 6: BELÉM #portugal  #portogallo  #25aprile  #ponte  @world_travelling2017 @travelstagram__ #lisbon  #lisboa 
Il biondo e il moro 🌓🏃🏻‍♂️#uispatleticasiena #25aprile #athletics #run #respect #eatpastarunfasta  #teamnike #inarrestabile @riccafrata
Quanto mi manchi Roma! #25aprile
Monte Sole, Sentiero Partigiani

Fotografia di Valeria Altavilla

Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale.
Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista.
A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. 
Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento.
Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli.
Per non dimenticare mai.

#cooperazioneinternazionale #solidarietà #pace #eccidio #marzabotto #montesole #resistenza #memoria #storia #italia #italy #25aprile #festadellaliberazione #fotografiaumanitaria #fotografiadocumentaria #photojournalism #photojournalist #documentary #documentaryphotography #storytelling #reportage #fotogiornalismo #people #colorphotography #shadows #light #tb
Monte Sole, Sentiero Partigiani Fotografia di Valeria Altavilla Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale. Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista. A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento. Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli. Per non dimenticare mai. #cooperazioneinternazionale  #solidarietà  #pace  #eccidio  #marzabotto  #montesole  #resistenza  #memoria  #storia  #italia  #italy  #25aprile  #festadellaliberazione  #fotografiaumanitaria  #fotografiadocumentaria  #photojournalism  #photojournalist  #documentary  #documentaryphotography  #storytelling  #reportage  #fotogiornalismo  #people  #colorphotography  #shadows  #light  #tb 
Monte Sole, Sentiero Partigiani

Fotografia di Tony Panuccio

Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale.
Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista.
A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. 
Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento.
Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli.
Per non dimenticare mai.

#cooperazioneinternazionale #solidarietà #pace #eccidio #marzabotto #montesole #resistenza #memoria #storia #italia #italy #25aprile #festadellaliberazione #fotografiaumanitaria #fotografiadocumentaria #photojournalism #photojournalist #documentary #documentaryphotography #storytelling #reportage #fotogiornalismo #people #colorphotography #shadows #light #tb
Monte Sole, Sentiero Partigiani Fotografia di Tony Panuccio Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale. Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista. A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento. Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli. Per non dimenticare mai. #cooperazioneinternazionale  #solidarietà  #pace  #eccidio  #marzabotto  #montesole  #resistenza  #memoria  #storia  #italia  #italy  #25aprile  #festadellaliberazione  #fotografiaumanitaria  #fotografiadocumentaria  #photojournalism  #photojournalist  #documentary  #documentaryphotography  #storytelling  #reportage  #fotogiornalismo  #people  #colorphotography  #shadows  #light  #tb 
Monte Sole, Sentiero Partigiani

Fotografia di Sara Di Salvo

Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale.
Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista.
A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. 
Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento.
Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli.
Per non dimenticare mai.

#cooperazioneinternazionale #solidarietà #pace #eccidio #marzabotto #montesole #resistenza #memoria #storia #italia #italy #25aprile #festadellaliberazione #fotografiaumanitaria #fotografiadocumentaria #photojournalism #photojournalist #documentary #documentaryphotography #storytelling #reportage #fotogiornalismo #people #colorphotography #shadows #light #tb
Monte Sole, Sentiero Partigiani Fotografia di Sara Di Salvo Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale. Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista. A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento. Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli. Per non dimenticare mai. #cooperazioneinternazionale  #solidarietà  #pace  #eccidio  #marzabotto  #montesole  #resistenza  #memoria  #storia  #italia  #italy  #25aprile  #festadellaliberazione  #fotografiaumanitaria  #fotografiadocumentaria  #photojournalism  #photojournalist  #documentary  #documentaryphotography  #storytelling  #reportage  #fotogiornalismo  #people  #colorphotography  #shadows  #light  #tb 
Monte Sole, Sentiero Partigiani

Fotografia di Manuela Toselli

Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale.
Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista.
A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. 
Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento.
Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli.
Per non dimenticare mai.

#cooperazioneinternazionale #solidarietà #pace #eccidio #marzabotto #montesole #resistenza #memoria #storia #italia #italy #25aprile #festadellaliberazione #fotografiaumanitaria #fotografiadocumentaria #photojournalism #photojournalist #documentary #documentaryphotography #storytelling #reportage #fotogiornalismo #people #colorphotography #shadows #light #tb
Monte Sole, Sentiero Partigiani Fotografia di Manuela Toselli Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale. Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista. A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento. Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli. Per non dimenticare mai. #cooperazioneinternazionale  #solidarietà  #pace  #eccidio  #marzabotto  #montesole  #resistenza  #memoria  #storia  #italia  #italy  #25aprile  #festadellaliberazione  #fotografiaumanitaria  #fotografiadocumentaria  #photojournalism  #photojournalist  #documentary  #documentaryphotography  #storytelling  #reportage  #fotogiornalismo  #people  #colorphotography  #shadows  #light  #tb 
Spiaggia #boschettona , recupero della Regione Veneto e del ministero delle infrastrutture nella #laguna padovana. Grazie ai ragazzi della #scuolapubblica di #codevigopadova che il #25aprile e il #1maggio hanno ripulito l'area invasa dalla plastica

#stayhuman #peaceofmind #mediterraneansea
Segnalatelo ancora mi raccomando! (Il senso, io bo)
@lorenzoo_antonelli
Ph @_.aurorss 
#25aprile #primobagno
Segnalatelo ancora mi raccomando! (Il senso, io bo) @lorenzoo_antonelli Ph @_.aurorss #25aprile  #primobagno 
Monte Sole, Sentiero Partigiani

Fotografia di Manuela Mengoli

Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale.
Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista.
A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. 
Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento.
Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli.
Per non dimenticare mai.

#cooperazioneinternazionale #solidarietà #pace #eccidio #marzabotto #montesole #resistenza #memoria #storia #italia #italy #25aprile #festadellaliberazione #fotografiaumanitaria #fotografiadocumentaria #photojournalism #photojournalist #documentary #documentaryphotography #storytelling #reportage #fotogiornalismo #people #colorphotography #shadows #light
Monte Sole, Sentiero Partigiani Fotografia di Manuela Mengoli Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale. Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista. A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento. Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli. Per non dimenticare mai. #cooperazioneinternazionale  #solidarietà  #pace  #eccidio  #marzabotto  #montesole  #resistenza  #memoria  #storia  #italia  #italy  #25aprile  #festadellaliberazione  #fotografiaumanitaria  #fotografiadocumentaria  #photojournalism  #photojournalist  #documentary  #documentaryphotography  #storytelling  #reportage  #fotogiornalismo  #people  #colorphotography  #shadows  #light 
Quando, girando nella galleria, trovi la foto con il fashionB più famoso di Campagna Lupia 💫#cheemozioni#25aprile
Quando, girando nella galleria, trovi la foto con il fashionB più famoso di Campagna Lupia 💫#cheemozioni #25aprile 
Monte Sole, Sentiero Partigiani

Fotografia di Majla Fornaro

Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale.
Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista.
A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. 
Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento.
Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli.
Per non dimenticare mai.

#cooperazioneinternazionale #solidarietà #pace #eccidio #marzabotto #montesole #resistenza #memoria #storia #italia #italy #25aprile #festadellaliberazione #fotografiaumanitaria #fotografiadocumentaria #photojournalism #photojournalist #documentary #documentaryphotography #storytelling #reportage #fotogiornalismo #people #colorphotography #shadows #light
Monte Sole, Sentiero Partigiani Fotografia di Majla Fornaro Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale. Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista. A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento. Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli. Per non dimenticare mai. #cooperazioneinternazionale  #solidarietà  #pace  #eccidio  #marzabotto  #montesole  #resistenza  #memoria  #storia  #italia  #italy  #25aprile  #festadellaliberazione  #fotografiaumanitaria  #fotografiadocumentaria  #photojournalism  #photojournalist  #documentary  #documentaryphotography  #storytelling  #reportage  #fotogiornalismo  #people  #colorphotography  #shadows  #light 
"Voglio sentirmi libero da questa onda.
Libero dalla convinzione che la terra è tonda.
Libero davvero, non per fare il duro.
Libero dalla paura del futuro.
Libero perché ognuno è libero di andare.
Libero da una storia che è finita male
E da uomo libero ricominciare.
Perché la libertà è sacra come il pane."
@fabriziomoropage #fabriziomoro #libero #free #freedom #sea #mountains #mare #montagna #cielo #sky #insta #scary #sun #spring #tumblr #violethair #hair #haircolor #longhair #goodmorning #25aprile #likeforlikes
"Voglio sentirmi libero da questa onda. Libero dalla convinzione che la terra è tonda. Libero davvero, non per fare il duro. Libero dalla paura del futuro. Libero perché ognuno è libero di andare. Libero da una storia che è finita male E da uomo libero ricominciare. Perché la libertà è sacra come il pane." @fabriziomoropage #fabriziomoro  #libero  #free  #freedom  #sea  #mountains  #mare  #montagna  #cielo  #sky  #insta  #scary  #sun  #spring  #tumblr  #violethair  #hair  #haircolor  #longhair  #goodmorning  #25aprile  #likeforlikes 
Approaching Lisboa 'Leaning my chin on my hands/  I looked far away to sea  Where the dying sunset a sense commands/  Of half‑mystical majesty./ And I felt a strange sorrow, a fear/  A desire like a sudden love/  For something that is not here/  And that I can never have.' Sunset Song (Pessoa)

#lisboa #lissabon #lisbon #bridge #brücke #25april #25aprile #portugal #igersportugal #igerslisboa #igerslisbon #visitportugal #sky #sunset #sonnenuntergang #clouds #sun #trip #tago #tejo #river #tajo #ship #picoftheday
Approaching Lisboa 'Leaning my chin on my hands/ I looked far away to sea Where the dying sunset a sense commands/ Of half‑mystical majesty./ And I felt a strange sorrow, a fear/ A desire like a sudden love/ For something that is not here/ And that I can never have.' Sunset Song (Pessoa) #lisboa  #lissabon  #lisbon  #bridge  #brücke  #25april  #25aprile  #portugal  #igersportugal  #igerslisboa  #igerslisbon  #visitportugal  #sky  #sunset  #sonnenuntergang  #clouds  #sun  #trip  #tago  #tejo  #river  #tajo  #ship  #picoftheday 
-"La bandiera è già spiegata, né mai più la ripiegherem; o con essa otterem la vittoria, o intorno ad essa noi morirem."🌹
-
-
-
#25aprile2018#manifestazione#25aprile#peace#Liberazione#festadellaliberazione#Italia#italy#world#People#Rainbow#flag#red#europe#thinkglobalactlocal#antiwar#antifa#antifaschistischeaktion#azioneantifascista#antifascismo#antifascism#againstracism
During the Festa di San Marco, children bring sweets into church for blessing during Mass. Girls bring cookies in baskets with tiny decorations of spring flowers, while boys bring cookies in the form of flowers and animals that are tied to branches along with forms of cheese. Once blessed, the cookies and cheese are eaten by the children. #coccoi de #santumartu #25aprile
During the Festa di San Marco, children bring sweets into church for blessing during Mass. Girls bring cookies in baskets with tiny decorations of spring flowers, while boys bring cookies in the form of flowers and animals that are tied to branches along with forms of cheese. Once blessed, the cookies and cheese are eaten by the children. #coccoi  de #santumartu  #25aprile 
Monte Sole, Sentiero Partigiani

Fotografia di Eva Krampen Kosloski

Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale.
Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista.
A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. 
Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento.
Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli.
Per non dimenticare mai.

#cooperazioneinternazionale #solidarietà #pace #eccidio #marzabotto #montesole #resistenza #memoria #storia #italia #italy #25aprile #festadellaliberazione #fotografiaumanitaria #fotografiadocumentaria #photojournalism #photojournalist #documentary #documentaryphotography #storytelling #reportage #fotogiornalismo #people #colorphotography #shadows #light
Monte Sole, Sentiero Partigiani Fotografia di Eva Krampen Kosloski Monte Sole è un luogo simbolo delle atrocità commesse durante la guerra dalle truppe nazifasciste, che perpetrarono un insieme di stragi nel territorio dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Furono crimini contro l’umanità e restano fra i più gravi crimini di guerra compiuti contro la popolazione civile perpetrati dalle SS in Europa occidentale durante la seconda guerra mondiale. Il 5 ottobre, centinaia di morti - in massima parte donne, vecchi e bambini - e interi villaggi distrutti testimoniarono la violenza compiuta. È stato accertato che 775 cittadini di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno furono vittime della ferocia nazifascista. A Monte Sole ogni 25 aprile migliaia di persone si ritrovano per ricordare questi tragici eventi e per celebrare la Festa della Liberazione, che rappresenta un’importante occasione di riflessione sui temi della memoria attiva, sui valori della pace e della giustizia. Noi siamo la nostra storia e la memoria diventa un segno di resistenza, di consapevolezza e un punto di riferimento. Raccogliere il testimone della memoria e passarlo ai nostri figli. Per non dimenticare mai. #cooperazioneinternazionale  #solidarietà  #pace  #eccidio  #marzabotto  #montesole  #resistenza  #memoria  #storia  #italia  #italy  #25aprile  #festadellaliberazione  #fotografiaumanitaria  #fotografiadocumentaria  #photojournalism  #photojournalist  #documentary  #documentaryphotography  #storytelling  #reportage  #fotogiornalismo  #people  #colorphotography  #shadows  #light 
Certe sere ci vorrebbero una favola, un castello e una treccia con cui scappare.
#trecce #happiness #ragazza #giornateeamiche #25aprile #amazing #smile #style #swag #hair #blue #life #ricordi
"la spontaneità e molto altro in una foto sola"....🙈❤️💘🍀🌎
#nava #natura #montagna #pazzie #thatdavid #ukulele #felicità #pensierifelici #25aprile #darifare
#Repost @partito_comunista_toscana (@get_repost)
・・・
Apprendiamo con profondo dolore la dipartita del compagno partigiano Marcello Citano, detto “Sugo”. Sugo ha combattuto nell’estate del ’44 nella 22a bis Brigata Garibaldi “Vittorio Sinigaglia” ed insieme a molti altri giovani ha rischiato e dato la vita per un’Italia più giusta, un’Italia Socialista, finalmente libera dall’atroce giogo nazifascista. L’ironia della sorte ha voluto che, nonostante il sangue versato dai partigiani combattenti durante la Resistenza, a più di 70 anni di distanza l’Italia non si possa dire certo libera dal capitalismo e dall’imperialismo. Non è questa l’Italia per cui Sugo e i partigiani comunisti hanno dato la vita! 
Le sezioni fiorentine del Partito Comunista e del Fronte della Gioventù Comunista esprimono il più grande cordoglio per la perdita di Marcello. Che la sua vita e le sue lotte per la libertà dei popoli e l'emancipazione delle classi oppresse servano da esempio alle nuove generazioni di comunisti per la conquista del proprio avvenire, senza mai dimenticare il proprio passato.

ONORE A SUGO ED AI COMBATTENTI PARTIGIANI!

#Firenze #25Aprile #Liberazione #Partigiani
#Repost  @partito_comunista_toscana (@get_repost) ・・・ Apprendiamo con profondo dolore la dipartita del compagno partigiano Marcello Citano, detto “Sugo”. Sugo ha combattuto nell’estate del ’44 nella 22a bis Brigata Garibaldi “Vittorio Sinigaglia” ed insieme a molti altri giovani ha rischiato e dato la vita per un’Italia più giusta, un’Italia Socialista, finalmente libera dall’atroce giogo nazifascista. L’ironia della sorte ha voluto che, nonostante il sangue versato dai partigiani combattenti durante la Resistenza, a più di 70 anni di distanza l’Italia non si possa dire certo libera dal capitalismo e dall’imperialismo. Non è questa l’Italia per cui Sugo e i partigiani comunisti hanno dato la vita! Le sezioni fiorentine del Partito Comunista e del Fronte della Gioventù Comunista esprimono il più grande cordoglio per la perdita di Marcello. Che la sua vita e le sue lotte per la libertà dei popoli e l'emancipazione delle classi oppresse servano da esempio alle nuove generazioni di comunisti per la conquista del proprio avvenire, senza mai dimenticare il proprio passato. ONORE A SUGO ED AI COMBATTENTI PARTIGIANI! #Firenze  #25Aprile  #Liberazione  #Partigiani 
"Quando l'ultimo giorno di scuola, dell'ultimo anno di liceo suona la campanella dell'ultima ora, tu sei convinto che quello sia l'ultimo secondo della tua adolescenza"
#ultimo #giorno #scuola #liceo #anno #campanella #ora #convinto #secondo #adolescenza #25aprile #cuorgnè #vita #amici #amore #geometri #arte #coplimenti #lavoro #meraviglia #photographylifesky #photographer #photography #tumblr
“Ciò che è fuori di te è una proiezione di ciò che è dentro di te, e ciò che è dentro di te è una proiezione del mondo esterno. Perciò, spesso, quando ti addentri nel labirinto che sta fuori di te finisci col penetrare nel tuo labirinto interiore. E in molti casi è un’esperienza pericolosa” {Haruki Murakami~ Kafka sulla spiaggia} #quote #garden #verona #art #renaissance #culture #heritage #culturalheritage #beniculturali30 #gita #25aprile #verona #veneto #italy #landscape #italianlandscapes #park #tree #goethe #viaggioinitalia #lordbyron #beutiful #walk #trip #historyofart #history #secretgarden #labyrinth #labirinto #green
“Ciò che è fuori di te è una proiezione di ciò che è dentro di te, e ciò che è dentro di te è una proiezione del mondo esterno. Perciò, spesso, quando ti addentri nel labirinto che sta fuori di te finisci col penetrare nel tuo labirinto interiore. E in molti casi è un’esperienza pericolosa” {Haruki Murakami~ Kafka sulla spiaggia} #quote  #garden  #verona  #art  #renaissance  #culture  #heritage  #culturalheritage  #beniculturali30  #gita  #25aprile  #verona  #veneto  #italy  #landscape  #italianlandscapes  #park  #tree  #goethe  #viaggioinitalia  #lordbyron  #beutiful  #walk  #trip  #historyofart  #history  #secretgarden  #labyrinth  #labirinto  #green 
Siamo impotenti di fronte alla forza della natura.
~ Reinhold Messner
Siamo impotenti di fronte alla forza della natura. ~ Reinhold Messner
La felicità si colora di blu.. #25aprile
La felicità si colora di blu.. #25aprile 
A Pozzonovo, provincia di Padova, nel 1945 c'era un unico bar, gestito da una donnina che non sorrideva mai. 
Non aveva un granché da sorridere : il marito, accusato di essere un disertore, dopo l'8 settembre era partito per un campo di lavoro in Germania, il Figlio Grande era scappato su nei monti, con i partigiani. 
La donnina cucinava giorno e sera per dei capitani nazisti che avevano occupato il suo bar, e a loro si che sorrideva, anche se sapeva che avrebbero potuto ammazzare suo marito e il Figlio Grande, e sorrideva perché aveva un altro bimbo, di nove anni, e voleva che almeno lui vivesse. 
Era gentile, con i nazisti, e il Figlio Piccolo lucidava loro gli stivali. 
Ma di notte, quando tutti dormivano, la donnina prendeva il Figlio Piccolo e con lui scendeva nel bar. Di nascosto , ad un volume così basso da non poter quasi capire le parole, la donnina e il Figlio Piccolo ascoltavano Radio Londra, nella speranza di sentire buone nuove, nella speranza che il Figlio Grande, con gli eroi lassù nei monti, tornasse e li salvasse tutti. 
Il Figlio Piccolo era mio nonno.
La radio ora sta nella mia libreria. 
Il mio bisnonno ritornò dal campo di lavoro nel gennaio del 1946, pesava 36 chili, il Figlio Grande non tornò mai dai monti. 
Mio nonno, quando sente parlare tedesco, ha ancora paura.
Mio nonno ha trasmesso ai suoi figli, e poi a me, l'orgoglio di essere antifascista . 
Buon 25 aprile.

Ok.
.
. .
. .
. .
. .
.
#resistenza #bellaciao #25aprile #antifa
A Pozzonovo, provincia di Padova, nel 1945 c'era un unico bar, gestito da una donnina che non sorrideva mai. Non aveva un granché da sorridere : il marito, accusato di essere un disertore, dopo l'8 settembre era partito per un campo di lavoro in Germania, il Figlio Grande era scappato su nei monti, con i partigiani. La donnina cucinava giorno e sera per dei capitani nazisti che avevano occupato il suo bar, e a loro si che sorrideva, anche se sapeva che avrebbero potuto ammazzare suo marito e il Figlio Grande, e sorrideva perché aveva un altro bimbo, di nove anni, e voleva che almeno lui vivesse. Era gentile, con i nazisti, e il Figlio Piccolo lucidava loro gli stivali. Ma di notte, quando tutti dormivano, la donnina prendeva il Figlio Piccolo e con lui scendeva nel bar. Di nascosto , ad un volume così basso da non poter quasi capire le parole, la donnina e il Figlio Piccolo ascoltavano Radio Londra, nella speranza di sentire buone nuove, nella speranza che il Figlio Grande, con gli eroi lassù nei monti, tornasse e li salvasse tutti. Il Figlio Piccolo era mio nonno. La radio ora sta nella mia libreria. Il mio bisnonno ritornò dal campo di lavoro nel gennaio del 1946, pesava 36 chili, il Figlio Grande non tornò mai dai monti. Mio nonno, quando sente parlare tedesco, ha ancora paura. Mio nonno ha trasmesso ai suoi figli, e poi a me, l'orgoglio di essere antifascista . Buon 25 aprile. Ok. . . . . . . . . . . #resistenza  #bellaciao  #25aprile  #antifa 
Com'è profondo il #mare #25aprile #messina #sicilia